Google
Email
Italiano
Appartamenti sul Isola di Krk
Baska WebCam by BsWirelwss

L'Alfabeto Glagolitico è il più antico alfabeto slavo conosciuto. Venne creato dal missionario Cirillo, insieme a suo fratello Metodio, intorno all'862-863 per tradurre la Bibbia e altri testi sacri in antico slavo ecclesiastico. Nelle lingue slave attuali queste sono le denominazioni correnti per l'alfabeto glagolitico: ceco: hlaholice, slovacco: hlaholika, polacco: głagolica croato: glagoljica ucraino: глаголиця (hlaholicja) russo e bulgaro: глаго́лица (glagolica), bielorusso: глаголіца (hlaholica).

 

Attualmente il glagolitico è utilizzato nella liturgia in Croazia, mentre presso gli altri popoli slavi che ne facevano uso scomparve intorno al X secolo, venendo sostituito dal cirillico. L'alfabeto ha due varianti: tonda e quadrata. La variante tonda è dominata da circoli e curve, e la variante quadrata ha come caratteristica una grande quantità di angoli retti e a volte trapezoidi.

 

Nel 1248, papa Innocenzo IV conferì ai soli Croati il diritto di utilizzare la loro lingua madre e la scrittura glagolitica nella liturgia ecclesiastica cattolica. Il permesso venne formalmente concesso al solo vescovo Filippo di Segna, ma in realtà si estese poi a tutti i territori croati che usavano la liturgia in alfabeto glagolitico, principalmente lungo la costa adriatica. Il Vaticano pubblicò molte missive in alfabeto glagolitico a Roma. Quello dei croati fu un privilegio unico nel suo genere fino al Concilio Vaticano Secondo del 1962-65.

Glagolitico tondo
glagolitico croato - quadrato

Sarcen glagoljajÈ dedicato al glagolitico e a tutti i glagolitici che hanno attraversato la nostra storia. È ortografia storica del territorio croato dall’A (Az) all’Ω (Omega). Lo scopo di questo sentiero che si trova nella valle di Baška, luogo in cui è stata ritrovata la Lapide di Bescanuova (Bašćanska ploča) – documento della statalità croata del 1100, è quello di erigere un monumento di valore permanente che indicherà a tutti i visitatori di questo territorio le peculiarità storico-culturali e i valori di questi luoghi e della storia della statalità croata.

 

Attraverso questo progetto si crea un sentiero di sculture in pietra che si estenderà dalla svolta di Treskavac, fino alla Vecchia riva (Stara riva) nel porto di Baška. Il sentiero non sarà rettilineo bensì le sculture saranno dislocate vicino ai luoghi di rilevanza culturale e storica oppure in punti di rilevanza naturale. Ci saranno 34 sculture in pietra con sopra scolpite le lettere del glagolitico; 4 di dimensioni maggiori, opera dello scultore accademico Ljubo De Karina e 30 sculture di dimensioni minori, che vengono realizzate nel corso dei laboratori di scultura a Baška.

 

Alla serie di sculture è stata aggiunta anche la 35° scultura dedicata al glagolitico e ai glagolitici. Tutte le sculture saranno contrassegnate con targhette in ottone. Su queste, poste alla base delle sculture, sarà indicato il nome tradizionale della posizione della scultura, il nome dell’autore, la traduzione della lettera in caratteri latini, la scitta in brail per i non vedenti e il nome del donatore. Il presente progetto è stato promosso dalla società “Sinjali” di Baška, e il suo compimento è previsto entro l’anno 2010.

Download dei font glagolitico
Alloggi.
Pagina iniziale.
Link utili.
Isola di Krk.
Baška.